Data pubblicazione: 13 novembre 2015

Il calendario 2016

COVERSono freschi di stampa i nuovi calendari 2016!

Quest'anno le immagini sono state realizzate dal noto fotografo bresciano Eros Damiano Mauroner, artista dal cuore d'oro, che si è lasciato ispirare dai giochi di tutti i tempi lavorando a fianco di Omaxi Consulting, che ci ha donato il lavoro di impaginazione.

Uno scatto per ogni mese dell'anno per un meraviglioso calendario da parete ricco di colori, in cui tutti noi possiamo ritrovare un giocattolo con cui, nel corso della vita, abbiamo trascorso momenti magici.

I CALENDARI VENGONO PROPOSTI SU OFFERTA MINIMA DI 8 EURO:
TUTTO IL RICAVATO VERRA' IMPIEGATO PER I PROGETTI DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE.

Per acquistrali contattare: 
Michela al 338.2627383, Giovanna al 333.7062840
o scrivere a comunicazione@ibambinidharma.it

Aiutateci a proporli col passaparola: sono una bellissima idea regalo per Natale.

Ecco le 12 immagini:

Ed ecco le parole di Eros Damiano Mauroner, che saranno inserite nel retro di copertina:

"Questo lavoro inizia a prendere forma molti anni fa. Inizia da un’amicizia nata come un destino. Nasce una di quelle mattine libere da impegni, in cui ne approfitti per fare cose che hai in mente ma non riesci mai a fare. Così passi in città e già che ci sei entri in quel negozio che hanno aperto da poco. E non sai neppure tu perché, ma è lì, in quel negozio che conosci uno con cui ti intendi, e diventate amici. E il resto è come sempre succede tra amici. Questo lavoro nasce così, con questo amico che mi chiama, mi racconta di questo gruppo di persone, di questa associazione, delle cose che fanno. Nasce quando mi dice: facciamo una cosa, facciamo un calendario. Ecco, come nasce questo lavoro.
Cosa sono una serie di semplici giochi? Cosa è un giocattolo? Quanta irriverenza c’è nel volo di un aereo di carta? Quanto è dolce un orsacchiotto? Quali mondi saranno invasi dai robot di latta?
Quante cose può inventarsi un bambino che gioca? Quanto teatro farà giocando? Il gioco di un bambino è la cosa più seria del mondo: solo se giochi sul serio ti puoi divertire. Gli adulti dovrebbero ricordarselo quando pensano di essere troppo seri per giocare, dovrebbero ricordare che senza gioco non c’è serietà. Non diventa adulto chi non gioca. Io la penso così.
Queste fotografie sono un promemoria, servono a ricordarci che i giochi ci sono, che sono fatti per stare allegri, che un bambino ha bisogno di giocare e di ridere forte, ne ha bisogno per crescere, per crescere bene.
Capace di amore sarà chi lo riceve, capace di amare sarà chi è stato amato. A nessuno dovrebbe mancare amore.
Ho cercato di fare delle fotografie allegre, piene di colore, allegre come i “giochi giocati”, tanto colorate per spalancare gli occhi dei bimbi, perché i grandi provino anche loro un po’ di voglia di giocare, di far giocare i bambini."

SEGUICI SU

facebook

Vai all'inizio della pagina

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate,
rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su COOKIES POLICY.